Le protesi zigomatiche vengono utilizzate quando si ha una ipoplasia dell’osso malare e quindi quando si presenta la necessità di aumentare la parte ossea e di modificare la struttura scheletrica del cranio. Le protesi zigomatiche vengono poggiate direttamente sul periostio dell’osso malare e la via di introduzione può essere triplice ossia introdotta attraverso lo scollamento da lifting o minilifting per la parte temporale, introdotta direttamente per via orale a livello della forbice gengivale al di sopra del premolare, o addirittura attraverso la blefaroplastica inferiore. Normalmente si inserisce attraverso un minilifting. Ultimamente le protesi zigomatiche sono state sostituite dai lipofilling, cioè la trasposizione di grasso da una zona del corpo direttamente nella guancia, quindi nella parte zigomatica. È chiaro che il lipofilling ha una durata minore, e non è definitiva.